Tempo di tornare in città e per le appassionate di palestra…

Conoscete già l’alternativa al monotono fitness chiamata Zumba?

Oggi ci siamo dedicate a studiare più nei dettagli questa nuova (ma neanche troppo) disciplina.
Non tutti sapranno che è nato a Cali, in Colombia, agli inizi degli anni 90, quando l’istruttore di fitness Beta Perez, dimenticò a casa la sua musica per la lezione quotidiana di aerobica. Nel tentativo di salvare la giornata, trovò nella borsa alcune cassette (ebbene sì, c’erano ancora i registratori) di salsa e merengue, e decise così di utilizzarle, inventando al momento, una serie di coreografie.

Zumba Fitness

Il successo fu grandioso, le solite lezioni di aerobica vennero immediatamente sostituite dalla nuova disciplina, che prese il nome di Zumba, trasformando Beto nel coreografo ufficiale di moltissime star tra cui Shakira e di conquistare le palestre più trendy di Miami.
La Zumba ad oggi conta 12 milioni di fan, distribuite in 125 Paesi che ospitano in tutto 110.000 sedi per gli allenamenti.

Ma qual è il motivo di tanto successo?

L’approccio al fitness della Zumba prevede che ginnastica e danza vengano costruite con ritmi esotici latini e internazionali, coordinando movimenti facili ed efficaci ma energici.
Fare sport diventa così divertente e coinvolgente grazie al ritmo e ai semplici passi di danza, facili da memorizzare e che non necessitano esperienza e bravura nel ballo.

Abbiamo provato per voi e scoperto che ogni lezione dura 60 minuti.
I primi 10 minuti sono dedicati al riscaldamento, poi si balla per 40 minuti attraverso movimenti a sforzo moderato, ma prolungati nel tempo (tipici dell’aerobica). Gli ultimi 10 minuti vengono dedicati al defaticamento.
I benefici si vedono su glutei, gambe, braccia e addominali.

Il segreto di tanto successo della Zumba però, a nostro avviso, è dato dal vantaggio che ne trae l’umore: ritmo, movimento e tanti sorrisi rendono le lezioni leggere e divertenti!
Da provare!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>